Mediazione familiare

Una mappa aggiornata del rapporto di coppia e i nuovi confini geografici della famiglia.

La Mediazione Familiare (MF) ha come obiettivo la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione, al divorzio o alla rottura della coppia a qualsiasi titolo costituita.   E’ uno spazio o una opportunità di confronto e di  gestione dell’interdipendenza che sopravvive alla rottura del legame, soprattutto per quanto riguarda la dimensione della genitorialità.

L’obiettivo è quello di ristabilire un dialogo costruttivo nella coppia genitoriale che, superando le divergenze emotive, pratiche e giuridiche, arrivi ad effettuare delle scelte sentite come giuste ed eque purché condivise e non accettate passivamente o imposte da terzi estranei.

Il Mediatore Familiare si adopera affinché la coppia genitoriale resti protagonista e mantenga la propria competenza e capacità decisionale sui figli, raggiungendo in prima persona accordi direttamente negoziati, rispetto a bisogni ed interessi da loro stessi definiti.

La MF è rivolta ai coppie che hanno deciso di separarsi, sposate e non, o già separate anche da tempo ma non soddisfatte degli accordi stabiliti in precedenza, o quando gli accordi sono ormai inadeguati per le mutate condizioni di vita (nuovi partners, altri figli, ecc).

E’ percorso è assolutamente indipendente dal contesto legale e/o giudiziario, e  si articola da un minimo di 5 ad un massimo di 12 incontri.

Gli obiettivi generali sono:

– la facilitazione della riorganizzazione della famiglia in seguito alla divisione familiare;

– la responsabilità condivisa dell’esercizio delle funzioni genitoriali;

– la definizione degli accordi da raggiungere;

– il superamento in termini evolutivi del conflitto.